Prima ICO autorizzata in Francia.

Prima ICO autorizzata in Francia.


Il regime francese per le Initial Coin Offerings (ICO), introdotto con la legge PACTE,  prevede la possibilità per gli emittenti di token di richiedere l’approvazione di AMF (Autorité de Marchés Financiers.

L’Autorité des Marchés Financiers ha concesso la prima approvazione a un’ICO. La legge PACTE ha infatti introdotto in Francia un regime di visti opzionale per la raccolta di fondi in cripto-attività. Solo le offerte pubbliche dei cosiddetti utility token, che non sono considerati strumenti finanziari, possono beneficiare di questo visto opzionale.

Questa prima offerta pubblica è stata fatta dalla French ICO, una società che ha sviluppato una forma di piastra per la raccolta di fondi in criptoasset. L’approvazione è concessa fino al 1 ° giugno 2020.

Condizioni per la concessione dell’approvazione
Con il visto facoltativo , l’AMF garantisce che tutti i promotori del progetto e l’offerta forniscano un certo numero di garanzie minime per una migliore protezione degli investitori:

  1. L’emittente di token deve essere incorporato come entità legale stabilita o registrata in Francia;
  2. Il suo documento informativo è redatto conformemente ai requisiti stabiliti nel regolamento generale e nell’istruzione AMF DOC-2019-06;
  3. L’emittente deve aver implementato un processo che consenta il monitoraggio e la salvaguardia dei fondi e delle risorse digitali raccolti dall’ICO;
  4. L’emittente di token deve inoltre disporre di un sistema per garantire il rispetto dei propri obblighi in materia di antiriciclaggio e finanziamento del terrorismo

Il visto AMF non costituisce in alcun modo una valutazione sull’opportunità o meno di partecipare a un’ICO, ma che nel contesto di questa offerta pubblica di token, l’emittente ha fornito le garanzie minime richieste dalla legge e che il white paper è completo e comprensibile per gli investitori.

Il visto non implica  né l’approvazione dell’adeguatezza del progetto dell’emittente né l’autenticazione delle informazioni finanziarie, contabili e tecniche presentate, nemmeno della qualità degli smart contract.

 

Post a comment