Il Governo Britannico studia usi pratici della tecnologia Blockchain

Il Governo Britannico studia usi pratici della tecnologia Blockchain


Il Governo britannico (come ha già fatto lo Stato del Vermont https://coinlexit.wordpress.com/2015/08/24/vermont-allo-studio-la-blockchain-di-stato/) sta esplorando l’uso della tecnologia blockchain nel tentativo di migliorare la trasparenza e la correttezza della sua tenuta registri.
In un post sul blog del Servizio Digitale Governativo (https://gds.blog.gov.uk/2015/09/01/registers-authoritative-lists-you-can-trust/), il responsabile tecnico del progetto, Paul Downey (https://uk.linkedin.com/in/pdowney), dichiara che i registri online usati in passato potranno essere migliorati grazie all’uso della tecnologia Blockchain.
Egli inoltre afferma: “il registro perfetto dovrebbe essere in grado di dimostrare che i dati non sono stati manomessi e dovrebbe archiviare una cronologia delle modifiche che sono state fatte, oltre a essere aperta a un controllo indipendente“. Il team dell’ufficio da lui diretto ha già realizzato un prototipo di base del funzionamento del servizio.
Screenshot-of-an-entry-in-a-basic-prototype-
Un portavoce dell’ UK Digital Currency Association (https://www.ukdca.org/) ha lodato l’iniziativa del Governo di esplorare nuove prospettive tecnologiche.
Egli dichiara: “non c’è modo migliore per fornire un registro pubblico che attraverso la tecnologia blockchain. Questa può essere usata per registrare in modo trasparente elenchi pubblici di dati, dal catasto ai proprietari di pub con licenza“.
Inoltre dichiara: “Nel mondo in via di sviluppo, la blockchain è una necessità per regolarizzare titoli e proprietà; nei paesi sviluppati, è tutta una questione di efficienza e facilità di accesso“.

Registers: authoritative lists you can trust

Comment(1)

  1. REPLY
    comment mcassi says

    Reblogged this on mcassi.

Post a comment